Cosa sono gli oli essenziali

Gli oli essenziali sono composti aromatici di origine naturale che si trovano nei semi, nella corteccia, negli steli, nelle radici, nei fiori e in altre parti delle piante. La loro particolarità è quella di avere una fragranza tanto piacevole quanto efficace. Vi è mai capitato di ricevere una rosa, di camminare in un campo di lavanda o di annusare la menta appena tagliata? Se la risposta è sì, allora avete già conosciuto le qualità aromatiche degli oli essenziali.
Gli oli essenziali sono in grado di migliorare l’umore, calmare i sensi e sollecitare risposte emotive importanti. 
Eppure, l’uso degli oli essenziali va ben oltre la loro fragranza invitante. 

Nel corso della storia, infatti, gli oli essenziali sono stati utilizzati in molte culture per le loro proprietà benefiche per la salute. Le tendenze moderne orientate verso un approccio olistico alla cura della persona e la crescente approvazione scientifica delle pratiche alternative stanno indirizzando verso una riscoperta dei grandi benefici degli oli essenziali.
Alcuni di essi sono dotati di proprietà purificanti estremamente potenti. La loro struttura chimica unica consente di produrre risultati mirati mediante l’applicazione topica. Alcuni oli possono essere utilizzati come integratori alimentari, finalizzati a promuovere vitalità e benessere.

Metodi di estrazione

Gli oli essenziali di grado terapeutico vengono estratti per lo più tramite la distillazione in corrente di vapore, ossia un processo a bassa temperatura durante il quale il vapore viene fatto circolare sotto pressione attraverso il materiale vegetale, al fine di far confluire gli oli essenziali nel vapore stesso. Man mano che la miscela di vapore si raffredda, l’acqua e gli oli vengono separati e l’olio viene raccolto nella sua forma pura. Per assicurare la più alta qualità dell’estratto oleoso di una corretta composizione chimica, la temperatura e la pressione devono essere monitorate scrupolosamente. Livelli troppo bassi di temperatura e pressione non producono il rilascio dell’olio pregiato; allo stesso modo, livelli troppo alti delle stesse possono provocare la frattura della delicata composizione chimica di un estratto e alterarne efficacia.

Non meno importante per il processo di estrazione attentamente controllato è la meticolosa selezione delle specie vegetali corrette e delle parti della pianta raccolte al momento giusto, ossia quando vi è una maggiore concentrazione dei loro composti di olio essenziale; tale operazione è altresì necessaria se si vuole ottenere un estratto di oli essenziali di grado terapeutico di alta qualità. Questo processo complesso è considerabile tanto una forma d’arte, quanto una scienza, e pertanto richiede la collaborazione tra coltivatori e distillatori, al fine di garantire un prodotto superiore.